Pimento

Pimenta dioica

Vengono utilizzati i suoi frutti essiccati, freschi, interi o polverizzati e sono idelai per condire piatti sostanziosi, come la carne di manzo e di cervo, piatti di cavolo, canederli di fegato, e crauti.

Provenienza:
Questa pianta è originaria dell'America Centrale, dove viene ancora coltivata. Ma oggi la troviamo anche nelle Indie Occidentali, e soprattutto in Giamaica.

Fonte: Anne Iburg "Dumonts kleines Gewürz Lexikon", Eggolsheim, Dörfler Verlag GmbH


Prodotti con Pimento.