Le superstar tra le spezie

lunedì, 04 maggio 2015

Le superstar tra le spezie

Le spezie sono puro piacere in cucina e sono usate in moltissime occasioni, senza di loro i piatti sarebbero tristi. Oltre che a dare gusto e sapore al piatto, hanno molte proprietà benefiche, ovvero contengono molti ingredienti che possono avere un effetto positivo per la salute.

Tra tali ingredienti troviamo, in particolare, la categoria dei metaboliti secondari, ovvero prodotti non essenziali per la crescita metabolica ma benefici per l'organismo, come per esempio gli oli essenziali o i flavonoidi che stimolano il sistema immunitario e proteggono le cellule. Ma ci sono alcune tipologie di spezie che oltre ad essere benefiche hanno anche un ottimo gusto e insaporiscono vivacemente i nostri piatti in cucina. Eccone qualcuna come esempio: 

Basilico: è molto conosciuto per essere un anti infiammatorio naturale, molto usato in antichità. È utilizzato principalmente nella regione mediterranea contro la perdita di appetito, problemi digestivi o faringite. Il basilico ha un alto contenuto di minerali di potassio, magnesio e calcio e contiene tra le altre cose, la vitamina A e vitamine del gruppo B.

Chiodi di garofano: derivati ​​dal garofano, una pianta che viene dal sud-est asiatico, i quali boccioli dei fiori, una volta essiccati, hanno un gusto e un odore forte e pungente, dolce ma anche un po' piccante. A causa della loro elevata percentuale di oli essenziali, hanno una funzione anti infiammatoria e anti settica naturale e sono spesso utilizzati per il loro effetto analgesico in problemi dentali e gengivali. Inoltre possono aiutare i processi digestivi.

Cumino: una pianta asiatica dal sapore fresco, speziato e aromatico che da carattere e gusto al piatto, molto usato nella cucina indiana. Gli oli essenziali naturali contenuti al suo interno aiutano in modo naturale i processi digestivi e di disintossicazione del corpo, inoltre contiene molta vitamina A e C. 

Curcuma: nota anche come lo zenzero giallo, appartiene alla famiglia dello zenzero ed è originaria dell'Asia meridionale e deve il suo colore giallo intenso alla curcumina contenuta al suo interno, da cui prende il nome. Ha forti proprietà antiossidanti e anti-infiammatorie e diversi studi confermano che detiene anche proprietà anti cancro e di riduzione del riassorbimento osseo. Questo grazie al fatto che questa spezia non si scioglie subito in acqua, ma viene assorbita in modo lento e graduale dall'intestino ed in piccole quantità.

Rosmarino: il cui nome deriva dal latino e significa rugiada del mare. La pianta contiene molti oli essenziali e antiossidanti ed è conosciuto per aiutare la digestione e la circolazione.

Timo: una forte spezia dal sapore leggermente amaro utilizzata già in tempi antichi per stimolare la mente e lo spirito. Nel Medioevo veniva usata come pianta medicinale, soprattutto nel trattamento di problemi respiratori e per il mal di gola. Aiuta a favorire la digestione e a mantenere sano il sistema immunitario.

Le spezie perciò, fanno bene al corpo e alla mente e sono molto utili per dare sapore e rallegrare i nostri cibi preferiti!